Rivista Scenari - Scenari - Editoria & Comunicazione Grafica - Stresa (VB) Lago Maggiore - Italia - dal 1989 Andrea Lazzarini Editore pubblica libri, riviste, siti web - immagine coordinata per aziende ed enti - Image Bank di 3.700.000 di immagini, anche storiche ed aeree

Image Bank Scenari: over 3.200.000 images from the world
Europa - Alpi - Automotive - Natura - Architettura
Epoca - Aziendali - Aeree - Design...and more
Website - Stampa - Grafica - Corporate identity - Pubbl. Romanzi - Eventi
Vai ai contenuti

Rivista Scenari

Scenari > Rivista Scenari
Gli argomenti trattati da  S C E N A R I  spaziano dal turismo all'arte, dai viaggi in auto d'epoca alle escursioni in mongolfiera, dai restauri alla storia, dalle tradizioni alle mostre d'arte, dagli itinerari in montagna alle scalate, all’enogastronomia, sempre proposti con splendide immagini, stampate su carta di pregio, e rilegate in brossura a filo refe.

Il taglio giornalistico, l'impostazione redazionale e la molteplicità degli argomenti presentati, copre una fascia dell'Editoria non trattata da altre riviste dei settore. Col tempo, si sono create tra SCENARI e i lettori un’identità di interessi e una fedeltà di lettura che, oltre a coinvolgere chi già da tempo si interessa di Alpi, d’Italia, d’Europa, crea nuovi appassionati del “bello”, dei nostri avvincenti paesaggi e della cultura. I nostri lettori rappresentano un target specifico, mirato e soprattutto attento a quanto viene proposto dalla rivista: questo anche sotto l'aspetto delle informazioni e dei contenuti pubblicitari, che sono vissuti come una vera e propria guida all'acquisto.

La scelta degli argomenti trattati si basa su criteri legati ad eventi o ricorrenze, su proposta dei redattori-collaboratori, "confezionando" eventuali redazionali, iniziative speciali della rivista (concorsi fotografici o appoggio ad iniziative culturali o no-profit, ad es. Kiwanis o Rotary).

Si tiene in considerazione anche la necessità di intervenire, con servizi adeguati, in zone che presentano una scarsa visibilità a livello nazionale, ed anche mantenere un’adeguata copertura di zone dove la rivista è particolarmente diffusa: anche gli Speciali costituiscono una importante vetrina per amministrazioni ed enti, veicolati appositamente per eventi o immagine.

Veicolare la pubblicità con i numeri speciali di SCENARI significa, per le Aziende inserzioniste, raggiungere con una distribuzione di 30.000 lettori/contatti gli imprenditori, i professionisti, gli escursionisti, gli sportivi, tutti con grande propensione agli acquisti, appartenenti a diverse fasce socioeconomiche. Questo sia per i prodotti di settore che per tutti gli altri che rientrano nello stile di vita di queste importanti categorie di consumatori.
La motivazione è la necessità di avere una guida che fornisca notizie utili per itinerari turistici, per visite a luoghi di particolare interesse storico-artistico, spunti di approfondimento per luoghi già noti, nonché curiosità.


L'acquisto sino al 2011 avveniva prevalentemente nelle edicole centrali delle città e nei luoghi di transito e passaggio (aeroporti, stazioni, ecc.).
La rivista contava inoltre su un elenco di abbonati in costante espansione: si era rilevato che, spesso, i nuovi abbonati richiedevano la collezione completa dei numeri arretrati da custodire nella propria libreria.
Nella maggior parte dei casi, quindi, la rivista veniva considerata come "oggetto da collezione" o consultazione ripetuta, senza essere "cestinata" al termine della lettura.

Numerosi pertanto gli imprenditori, professionisti, dirigenti e funzionari di aziende pubbliche e private, tutti comunque inseriti, nella loro vita privata, nelle fasce socioeconomiche e culturali più elevate che seguivano le uscite del magazine.

Nella rivista cartacea venivano trattati servizi turistici, itinerari, viaggi, reportages, vacanze e sport... tra Laghi, Mari, Monti, Isole e Colline, proposti di volta in volta itinerari in mountain-bike, trekking, sci, esperienze di viaggio, appuntamenti culturali, curiosità, vacanze nella natura e itinerari tra le meraviglie architettoniche.

Ambiente ed Ecologia erano due settori particolarmente seguiti dai nostri redattori e dai nostri fotografi che proponevano immagini di assoluta qualità.

Ospitalità, Terme e Benessere. Dall'albergo di lusso dei laghi prealpini all'agriturismo dei colli toscani, dalla baita che propone le golosità dell'enogastronomia tirolese ai dolci tipici siciliani, e per le lettrici la riscoperta di cure d'altri tempi: dal bagno di fieno ad un periodo di riposo in una delle tante località termali delle Alpi.

Monti e Mari: con le guide alpine verranno riproposti in numeri speciali della rivista indimenticabili itinerari alla portata di tutti, con segnalazione anche di spedizioni extraeuropee, senza trascurare il mare, con puntate e peripli di isolette romantiche o dal grande passato storico. Naturalmente non ci dimenticheremo nemmeno delle colline appenniniche e prealpine, dove il sacrificio di generazioni hanno portato ad una mirabile integrazione tra paesaggio e lavoro dell'uomo.

Cultura, Arte e Tradizioni: dai mercatini di Natale sparsi in tutte le località dell'arco alpino alla Cavalcata Sarda, dai santuari francescani all'antica arte della vinificazione.
Questo è Scenari dal 1989...
Oggi la rivista DIGITAL  e Scenari Press News costituiscono la prosecuzione ideale della rivista che usciva con cadenza periodica in edicola.

PER QUALE MOTIVO PROGRAMMARE UN NUMERO SPECIALE DELLA RIVISTA SCENARI
Il periodico "Scenari" dal 1989 si é rivelato un importante veicolo di comunicazione pubblicitaria ed ha permesso di dare forma e vita alle idee degli inserzionisti, fornire interpretazioni, innovazione, e soprattutto nuovi ed agili strumenti di comunicazione.
In particolare attraverso la pubblicazione di pagine redazionali la rivista offre una nuova possibilità per promuovere il territorio e le aziende.

Il contenuto degli articoli permette una doppia funzione e diffusione:

1) Scenari si presenta (con la rivista in edicola o i numeri “Speciali”, ideati appositamente per Aziende ed Enti) come platea ad un vasto pubblico: la tiratura di ogni numero del periodico potrebbe oscillare tra le 27.000/35.000 copie/contatti, abbiamo circa 300 contatti al giorno per l'edizione DIGITAL, mentre gli "Speciali" vengono realizzati nel numero e caratteristiche richieste dagli inserzionisti o enti.

2) In un secondo tempo, valorizzando particolari servizi e prodotti di aziende o enti, si rivolge ad un pubblico più specifico, rivelandosi al cliente - di target medio-alto - in maniera più completa. Alcune pagine redazionali contribuiscono a creare incisive Campagne d’Immagine, dove la storia e le realtà di mercato si integrano con i luoghi.

E' inoltre possibile realizzare servizi integrati sulla rivista, che potrebbero trasformarsi in depliant-presentazioni per aziende ed enti o anche siti Web coordinati alla depliantistica, ma anche presentazioni DIGITAL.


Scenari S.r.l., attraverso la struttura dedicata alla pubblicità, come abbiamo visto garantisce dal 1989 agli inserzionisti una comunicazione su target mirati ed evoluti; fortemente contestualizzata.

Tra qualche tempo la rivista Scenari uscirà sul sito web, con applicazioni iPad, iPhone e Android, mobile. Inoltre eventi internazionali sul campo, come Alpineshowroom, metteranno a disposizione degli inserzionisti un ventaglio di opportunità tra cui trovare la soluzione più adatta ai propri obiettivi di comunicazione.

Dalla pubblicità tabellare ai redazionali agli specialii multimediali, dall’annuncio di piccola pubblicità sul sito alle pianificazioni più complesse, agli inserzionisti è offerto un servizio gestito da professionisti che valorizzano le attività del cliente o dell'Ente.
SCENARI: DAL 1989 LA RIVISTA DELLE ALPI

SCENARI nasce nel 1989 per creare un ponte d'incontro tra le culture e le tradizioni dei popoli alpini, dalla Svizzera alla Francia, all'Austria, con il contributo degli Uffici Turismo e delle Aziende di Promozione Turistica italiane.

Sicuramente questa specificità ha giocato un ruolo determinante per l'acquisizione pubblicitaria: l'adozione di testi in lingua e la distribuzione - a volte diretta in Francia, Svizzera, Germania, Austria - sono altri motivi per adottare SCENARI quale veicolo per pianificare campagne pubblicitarie.
Soprattutto ora, con il progetto Alpineshowroom e la pubblicazione del libro «In auto sulle Alpi».


Gli argomenti trattati dal magazine SCENARI, come abbiamo visto, spaziavano dal turismo all'arte, dai restauri alla storia, dalle tradizioni alle mostre d'arte, dagli itinerari in montagna alle scalate, sempre proposti con splendide immagini e stampate su carta di pregio.

Nel tempo si sono imposti i numeri speciali della testata, per meglio presentare territori e realtà solitamente al di fuori dei normali circuiti turistici.

"Cultural" per il taglio giornalistico, l'impostazione redazionale e la molteplicità degli argomenti trattati, oggi copre una fascia dell'Editoria di Montagna non trattata da altre riviste dei settore, perché presente in una nicchia sovranazionale molto importante se considerata a livello europeo.


Col tempo, si sono creati tra SCENARI e i lettori un’identità di interessi e una fedeltà di lettura che, oltre a coinvolgere chi già da tempo si interessa di Alpi, crea nuovi appassionati della montagna e della cultura che ne è scaturita. I lettori di SCENARI rappresentano un target specifico, mirato e soprattutto attento a tutto quanto viene proposto dalla rivista: questo anche sotto l'aspetto delle informazioni e dei contenuti pubblicitari, che sono vissuti come una vera e propria guida all'acquisto.

I nostri itinerari artistici, alla riscoperta di monumenti minori, permettono di trascorrere un week all'insegna della tradizione, del "buon tempo antico".

Veicolare la pubblicità con SCENARI significava, per le Aziende inserzioniste, raggiungere con una distribuzione di 32.000 copie-contatti gli escursionisti, gli sportivi a contatto della natura, le loro famiglie, tutti con grande propensione agli acquisti ed appartenenti alle fasce socioeconomiche più alte e comunque disposti al possesso del "meglio" legato alla montagna.

Questo sia per i prodotti di settore che per tutti gli altri che rientrano nello stile di vita di questa importante fascia di consumatori.

I nostri lettori frequentano inoltre palestre, posseggono attrezzature sportive, organizzano viaggi culturali, utilizzano i più disparati mezzi di trasporto (dalla motoslitta al "trenino dei ghiacciai"), pernottano indifferentemente in hotels di lusso e caratteristiche pensioni di montagna, si ritrovano per manifestazioni fieristiche, mostre, balletti e per gli incontri di "varia mondanità".

La tiratura di SCENARI, in continuo incremento, era nel 2011 di 25.000 copie così ripartite:
* 22.500 copie in edicola, distribuite sull'arco alpino da Milano a Torino come estremo limite territoriale italiano.
* 1.500 copie distribuite in mailing-list, in Italia e all'estero, tra operatori del settore montano, uffici del turismo e responsabili di alberghi ed agenzie turismo, uffici stampa ed aziende.
* 1.000 copie per gli abbonati.

Il profilo del lettore di SCENARI si poteva riassumere in alcuni elementi caratteristici: atteggiamento giovane e un'età compresa tra i 25 e i 50 anni; le donne sono presenti con circa il 40%.

La motivazione d'acquisto che veniva fornita era la necessità di avere una guida che fornisca notizie utili per itinerari turistici, per visite a luoghi di particolare interesse storico spunti di approfondimento per luoghi già noti, nonché curiosità.
L'acquisto avveniva prevalentemente nelle edicole centrali delle città e nei luoghi di transito e passaggio (aeroporti, stazioni, ecc.).
I periodi di maggiore diffusione erano quelli estivo, natalizio e pasquale. I giorni della settimana con maggiore vendita  il sabato e la domenica.

La rivista contava inoltre su un elenco di abbonati (1.000 circa) in costante espansione: si era rilevato che, spesso, i nuovi abbonati richiedevano la collezione completa dei numeri arretrati da custodire nella propria libreria.

Nella maggior parte dei casi, quindi, la rivista veniva considerata come "oggetto da collezione" o consultazione ripetuta, senza essere "cestinata" al termine della lettura.


ANALISI ARTICOLI RIVISTA

ARGOMENTI
La scelta degli argomenti trattati si basa su criteri legati ad eventi o ricorrenze, su proposta dei redattori-collaboratori, "confezionando" eventuali redazionali, iniziative speciali della rivista (concorsi fotografici o appoggio ad iniziative culturali, ad es. con il Rotaract). Si manifestava inoltre la necessità di coprire con servizi zone non precedentemente toccate dalla rivista (Liguria, Veneto e altre regioni).

Si teneva in considerazione anche la necessità di intervenire, con servizi adeguati, in zone che presentavano una scarsa vendita, ma veniva anche mantenuta un’adeguata copertura di zone dove la rivista era particolarmente diffusa.



REDATTORI E COLLABORATORI
Attualmente la redazione DIGITAL è suddivisa in circoscritte zone di competenza. Molti articoli, comprese molte rubriche, sono affidate a collaboratori esterni.
Si cerca sempre di assecondare le proposte dei collaboratori coordinandole con le esigenze di programmazione dei numeri.

LETTORI
Si è cercato di analizzare in modo obbiettivo (attraverso rilevazioni ed interviste ad edicolanti) le ragioni per le quali i lettori si accostano alla rivista e di individuare i motivi che possano indurre ad una fedeltà all'acquisto.

Si è potuto constatare che vi erano tre tipi di approccio:

1 - acquisto "istintivo" legato all'argomento della copertina (tale acquisto avviene generalmente nella zona a cui la rivista dedica il servizio principale) o alla grafica particolarmente curata.
2 - acquisto d'abitudine da parte di lettori residenti o possessori di una seconda casa.
3 - acquisto per interesse su articoli riguardanti specifici argomenti.

Risultano essere acquirenti della rivista imprenditori, liberi professionisti, appartenenti a categorie professionali medio tuttavia risulta anche presente un'ampia fascia di lettori "comuni" (casalinghe e famiglie in genere, amanti della montagna e delle escursioni nei borghi antichi) che apprezzano soprattutto la qualità grafica della rivista e le immagini proposte.

Ottimo il livello culturale: la quasi totalità degli abbonati è in possesso di diploma medio superiore e i laureati sono i due terzi dei totale, per lo più praticanti sport, anche se a livello dilettantistico, mentre i più anziani sono impegnati in attività socialmente determinanti.

Numerosi pertanto gli imprenditori, professionisti, dirigenti e funzionari di aziende pubbliche e private, tutti comunque inseriti, nella loro vita privata, nelle fasce socioeconomiche e culturali più elevate.

Con la pubblicità sui numeri speciali di SCENARI si ottengono dei costi di estremo interesse già solo rapportandoli ai 13.500 lettori primari; ancora più interessanti diventano se si considera che ogni copia ha circa quattro lettori dopo il primario e che i prodotti si possono proporre alle diverse fasce di lettori con la sicurezza che saranno recepiti e non perderanno d'effetto nel tempo, perché il lettore di SCENARI (e le richieste di arretrati e di nuovi abbonamenti lo confermano) conserva, nello scaffale più accessibile della sua libreria, la raccolta, pronto a consultarla per la prossima gita.


Ecco i prodotti e i servizi che possono esser proposti ai lettori
dei numeri speciali di SCENARI

Abbigliamento
abbigliamento di montagna
accessori (ramponi, piccozze, lampade, scarponi)

Alimentari

Acque minerali e bevande energetiche
Alimentari dietetici e macrobiotici
Alimentari a km Zero

Attrezzature
Attrezzi sportivi (canoe, archi, tende, amache...)
Cannocchiali
Apparecchi fotografici e TV.
personal computer - Tablet - Navigatori satell.
fotocopiatrici

Autoveicoli
Vetture di Lusso
Station Wagon - S.U.V
Vetture medie 4x4

Servizi
Agenzie viaggi
Assicurazioni
Telefonia & Comunicazione satell.

Viaggi e soggiorni
Complessi alberghieri
SPA e Benessere
Parchi e riserve naturali
Centri d'arte e regioni turistiche
Compagnie Aeree e di Navigazione



Torna ai contenuti